Biodiversità (Giornata Internazionale Biodiversità) – Maj dire dieta

Biodiversità (Giornata Internazionale Biodiversità) – Maj dire dieta –  “Maj dire dieta” rubrica condotta dalla dietista Monica Maj in onda ogni giovedì alle 9.45 su Radio Sound (Fm 95.0 – Fm 94.6 – Streaming).

 

Biodiversità (Giornata Internazionale Biodiversità) – Maj dire dieta

GIORNATA MONDIALE DELLA BIODIVERSITA’

Biodiversità è la varietà degli esseri viventi che popolano la Terra, e si misura a livello di geni, di specie, di popolazioni e di ecosistemi. Una varietà incredibile di organismi, esseri piccolissimi, piante, animali ed ecosistemi tutti legati l’uno all’altro, tutti indispensabili. Anche noi facciamo parte della biodiversità e sfruttiamo i servizi che ci offre: grazie alla biodiversità la Natura è in grado di fornirci cibo, acqua, energia e risorse per la nostra vita quotidiana.

Se parliamo di alimenti la nostra cultura gastronomica è tra le più ricche e antiche al mondo: territori, tradizioni e climi diversi hanno dato al nostro Paese un’infinità di prodotti alimentari. Basti pensare al pomodoro: pare che ne esistano, solo in Italia, circa 500 varietà diverse, dalle forme e dai nomi più vari, come cuore di bue, palla di fuoco, nasone, seccagno oppure ai cereali, molti sono di coltivazione italiana, non tutti sono cereali, alcuni sono pseudocereali: il Saragolla del Cilento, il grano Timilia della Sicilia, il grano Senatore Cappelli tipico dell’agro foggiano, il farro monococco dalla Toscana, il miglio dall’Umbria, l’avena tipica del Mezzogiorno, il grano saraceno presente nelle province di Bolzano e Sondrio, il Sorgo in Emilia Romagna. Altri li importiamo da paesi lontani, come quinoa e amaranto, tipici dell’America centrale.

Ma quante di queste varietà si possono trovare nei mercati o nella grande distribuzione? Solo una piccolissima parte: le esigenze di ottimizzare i raccolti e di ottenere grandi quantità di prodotto, pensiamo alle enormi distese delle monocolture, stanno portando a una drastica riduzione delle specie. Si abbandonando le meno produttive, anche se antiche o dal sapore unico, a favore di quelle più resistenti a intemperie, parassiti e malattie, che permettono una maggiore resa.

Il tutto si traduce con un danno enorme: la perdita della biodiversità. La perdita della biodiversità riguarda non solo l’Italia, ma il mondo intero; la FAO calcola che il 75% delle varietà della Terra sia già scomparso, mentre un altro terzo è destinato a scomparire entro il 2050. Questo comporta l’alterazione di molti ecosistemi, oltre che la perdita della possibilità di assaggiare prodotti unici e straordinari, legati a territori e tecniche produttive immutate da secoli. Per arrestare questo processo ci vuole l’impegno di tutti: istituzioni, con norme di tutela, e privati. Numerose sono le “Banche” che conservano, come un vero tesoro, i semi di moltissime varietà di frutta e verdura. Su una piccola isola della Norvegia, in una grotta, è stato creato il deposito di semi alimentari più grande del mondo: lì moltissime specie vengono conservate e preservate dall’estinzione.

 

Audio – Maj dire dieta – Biodiversità (Giornata Internazionale Biodiversità) – Maj dire dieta

 

 

 

Per info e contatti: dietista@monicamaj.it

Mai dire dieta con la dietista Monica Maj: Ogni giovedì alle 9.30 su Radio Sound (Fm 95.0 Fm 94.6 – Streaming )

Post consigliati